News

CALL CREATIVA #3MOTIVI

IN OCCASIONE DELLA FINE DEL CICLO 2020-21 DEL MASTER DI II LIVELLO IN DRAMMATURGIA E CINEMATOGRAFIA, IL COMITATO SCIENTIFICO PROMUOVE LA CALL #3MOTIVI PER FREQUENTARE IL PERCORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN DRAMMATURGIA E CINEMATOGRAFIA

DESTINATARI:

La call è rivolta agli specializzandi che stiano frequentando l’attuale ciclo o che abbiano frequentato il master nelle edizioni precedenti.

OBIETTIVO:

La call mira a raccogliere testimonianze individuali allo scopo di diffondere la cultura della formazione scientifica e specialistica come strumento indispensabile e differenziale per lo sviluppo di futuri esperti impegnati nella crescita e nella promozione dell’industria cinematografica e drammaturgica italiana.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE:

Per partecipare, gli interessati devono realizzare un video in cui raccontino, in modalità selfie formato orizzontale, i propri tre motivi. Il video deve avere una durata massima di 180 secondi e deve motivare, attraverso esperienze vissute durante il percorso formativo, la propria crescita culturale. Gli interessati devono inviare una mail dal proprio indirizzo di posta elettronica a monica.spedaliere@unina.it indicando nell’oggetto CALL #3motivi. La mail deve contenere nome, cognome, ciclo del master al quale si è preso parte e contatto telefonico oltre al link WETRANSFER che consenta il download del video (il link per il download deve essere contenuto nella mail e non inviato a parte). Il video deve essere in formato MP4 e deve essere accompagnato da un testo descrittivo di massimo mille parole. Le istanze di partecipazione devono pervenire entro il 31 gennaio 2022.

VALUTAZIONE:

Le proposte che si distingueranno per creatività e originalità saranno diffuse attraverso i canali di comunicazione del master e/o dell’Ateneo Federiciano. L’esito della Call sarà comunicato entro il giorno 11 febbraio 2022 tramite e-mail direttamente ai candidati.

NORME E TUTELA DELLA PRIVACY:

I partecipanti alla Call acconsentono al trattamento dei dati personali per gli effetti del Regolamento europeo in materia di protezione dei dati personali UE 2016/679 ai soli fini degli adempimenti necessari a dare applicazione alla Call. I dati saranno archiviati ed utilizzati soltanto per lo svolgimento della procedura selettiva. I partecipanti selezionati cederanno al Master ogni diritto di utilizzo digitale delle proprie opere oggetto della manifestazione. Dal momento in cui si invia l’istanza di partecipazione a mezzo mail, la presente Call si intende esplicitamente accettata in ogni suo punto.

AL VIA IL NUOVO CICLO DEL MASTER DI II LIVELLO IN DRAMMATURGIA E CINEMATOGRAFIA

Pubblicato il nuovo bando di ammisione

Con Decreto Rettorale del 14/01/2021 è stato indetto, per l’anno accademico 2021/2022, il concorso pubblico, per titoli, a numero 50 posti per l’ammissione al corso di Master di II livello in Drammaturgia e Cinematografia, afferente al Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Anche per questa edizione è la didattica si svolgerà si svolgerà in modalità online su piattaforma microsoft TEAMS.

Il bando completo è disponibile su: http://www.unina.it/ateneo/albo-ufficiale
Tutte le informazioni relative agli obiettivi formativi, alle finalità, all’organizzazione didattica, alle sedi di svolgimento e ai piani didattici dei master sono disponibili nel regolamento di funzionamento del master consultabile alla pagina http://www.unina.it/didattica/post-laurea/master

Per partecipare al concorso, il candidato dovrà, a pena di esclusione, presentare la domanda esclusivamente tramite la procedura telematica all’indirizzo internet http://www.concorsi.unina.it/domandeMaster/ entro e non oltre il 21 febbraio 2022, ore 12:00.
Si ricorda che per tutti coloro i quali verranno giudicati idonei e vincitori  il contributo di iscrizione al Master ammonta a € 516,00 pagabile in un’unica rata, oltre ad € 160,00 per la tassa regionale per il diritto allo studio universitario.

BANDO CENTENARIO REA

Produzione di un documentario su Domenico Rea

In occasione del Centenario della nascita di Domenico Rea (Napoli, 8 settembre 1921 – ivi, 26 gennaio 1994), il Comitato nazionale per le celebrazioni richiede un preventivo di spesa per l’assegnazione della  produzione di un documentario dedicato allo scrittore, saggista, autore di racconti, romanzi, opere di teatro romanzi, saggi, articoli di giornale.

PER PARTECIPARE AL BANDO 

Salerno 9 e 10 Dicembre – Giornate di studio per i Cento anni di Domenico Rea

Nel centenario della nascita l’Università degli Studi di Salerno dedica due giornate di studio internazionali al cantore di Nofi.

Nell’ambito delle iniziative promosse dal Comitato nazionale per le celebrazioni del Centenario della nascita di Domenico Rea, il 9 e il 10 dicembre presso il Museo Diocesano “San Matteo” di Salerno, si terrà il Convegno “L’estro furioso. Giornate di studio internazionali a cento anni dalla nascita di Domenico Rea“, organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Salerno, in collaborazione con il Centro Bibliotecario di Ateneo e il Centro Interdipartimentale di Ricerca “Alfonso Gatto” e il Centro di Ricerca “Domenico Rea”.

Il 9 dicembre alle ore 16.00 il convegno si aprirà con la presentazione della mostra L’estro furioso dedicata ai libri di Domenico Rea A piedi scalzi e Nola della buonora, curata dalla Biblioteca di Ateneo.

Prevista la partecipazione di Maria Rosaria Califano Direttrice della Biblioteca di Ateneo, degli editori Egidio Fiorin e Vittorio Avella e del giornalista Andrea Manzi, per proseguire con una discussione sulle connessioni tra Rea e gli scrittori contemporanei con gli interventi di Alessio Forgione e Antonella Ossorio, coordinati da Vincenzo Salerno.

Le sessioni della mattina del 10 dicembre si concentreranno prima sull’attività letteraria di Rea poeta e romanziere con interventi di Massimo Arcangeli (“La letteratura e il popolo: Il domabile furore della lingua di Domenico Rea”), Marcello Napoli (“Alfonso Gatto e Domenico Rea: due vite ‘quasi’ parallele”), Eleonora Rimolo (“Una vampata di rossore. Il primo ‘falso romanzo’ di Domenico Rea”) e Vincenzo Salerno (“A piedi scalzi. La poesia di Domenico Rea”), coordinati da Alberto Granese; successivamente si indagherà il rapporto di Rea con l’editoria con interventi di Raimondo Di Maio (Libreria Dante & Descartes), Annalisa Carbone (“Figurazioni di Pulcinella: Eduardo e Domenico Rea per Casella ed Edizioni Scientifiche Italiane”), Apollonia Striano (“In margine all’editoria napoletana del 1900”), Andrea Tramontana (Bompiani-Giunti Editore) e Francesco G. Forte (Oèdipus Editore), coordinati da Rosa Giulio.

La sessione pomeridiana metterà prima in contatto l’opera di Rea con la storia, l’antropologia, il giornalismo e la fotografia e vedrà gli interventi di Marcello Ravveduto (“Don Mimì e l’Agro”), Vincenzo Esposito (“L’Antropologia implicita di Domenico Rea”), Generoso Picone (“Domenico Rea giornalista”) e Rosario Petrosino (“Le fotografie di Domenico Rea nelle collezioni del MU.Di.F.”), coordinati da Epifanio Ajello; poi si concentrerà sull’interesse di Rea per il Vecchio e il Nuovo Continente, tra Spagna, Brasile e viaggi transoceanici con interventi di Roberta Alviti (“La Spagna in Domenico Rea e Domenico Rea in Spagna”), Maria Rosaria Corvino (“Testimone di una lontana terra: gli scritti brasiliani di Domenico Rea”), Sebastiano Martelli (“Domenico Rea e l’emigrazione transoceanica: viaggi reali e immaginari”), Giorgio Sica, (“Il racconto del Brasile in Bontempelli, Zweig e Rea”), coordinati da Rosa Maria Grillo.

Chiuderà i lavori una tavola rotonda, coordinata da Matteo Palumbo, con la partecipazione di Epifanio Ajello, Rosa Giulio, Alberto Granese, Rosa Maria Grillo, Sebastiano Martelli, Lucia Rea, Pasquale Sabbatino.

SCARICA LOCANDINA

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI DEL CENTENARIO